giovedì 11 maggio 2017

Diablo; amarcord.

Diablo è un videogioco sviluppato dalla software house, Blizzard. Uscito nel 1996, un Action RPG che diede il via a un intero filone di videogiochi. Ricordo che lo comprai pochi anni dopo la sua uscita e allietò le mie giornate. Stamattina, una domenica fredda, l'ho ripreso in mano e ho intenzione di parlarne.

Copertina del gioco.
Fonte: Amazon.


Il gioco è ambientato in un mondo gotico, di stampo medievale. Si comincerà a Tristram, un piccolo paese dotato di fabbro (Griswold), guaritore (Pepin), saggio (Cain, l'identificatore di oggetti rari), paesani e una strega (Adria), posta in un angolo, lontano dal centro del paese. Si dovrà entrare nella cattedrale e affrontare sedici livelli, fino a giungere allo scontro finale con Diablo, il diavolo che da il nome al videogioco.
I dungeon sono quattro e sono rispettivamente i sotterranei della cattedrale, le catacombe, le miniere e i livelli degli inferi. 
Durante il gioco, inconteremo diversi boss sparpagliati tra i livelli, dal Butcher (palesemente troppo arduo per via del basso livello cui lo incontrerete), a Re Leoric, a Lazarus (da affrontare nel suo livello personale). Vi saranno inoltre molti boss minori, mostri rari e più forti del normale, che lasceranno per terra armi uniche.
Potrete scegliere, come personaggio con cui giocare, tra un mago (la classe decisamente più forte), una ladra che predilige l'arco e, un guerriero. Le classi, sono personalizzabili entro certi limiti, essendoci dei cap fissi nelle caratteristche (ad esempio, un mago non potrà superare una certa soglia di forza), quindi consiglio anche per una questione legata alla classe e a come è stata pensata, di svilupparle secondo i criteri base. 
Una volta terminato il gioco, potrete ricominciare a livello incubo, successivamente a livello inferno. 
Se giocate online, potrete sbloccare i livelli successivi semplicemente raggiungendo un certo livello personaggio.

Immagine presa direttamente dalla mia partita. Ritrae la mia ladra di livello 17, impegnata nel primo livello delle miniere e, in questo momento in città.


Nel gioco, la componente d'azione è la padrona e le quest sono private di componenti fondamentali (per un gioco di ruolo) come uno scambio di dialoghi decenti, essendo solamente missioni che affronterete durante la vostra discesa negli inferi.

In definitiva un gioco cupo e violento, con una colonna sonora degna di un film e una giocabilità ottima.

Nessun commento:

Posta un commento