martedì 15 settembre 2020

Hollywood, Hollywood!; recensione.

Hollywood, Hollywood!, di Charles Bukowski.

Una versione perfettamente editata dello stile a cui ci aveva abituato Bukowski. Le battute ci sono, sì, ma rientrano in un romanzo ben confezionato da un punto di vista formale.
Narra la stesura della sceneggiatura di "Barfly", con Mickey Rourke.
 

Alcuni momenti classic bukowski, polli rubati, attori viziati e registi depressi. L'ultima vera impresa di Bukowski, prima di Pulp e delle orribili opere postume.

Nessun commento:

Posta un commento